• 18 maggio 2022
  • Di  Mutua BVLG

La presbiopia (a cura dell'ottico optometrista Michele Foli)

L'ottico optometrista Michele Foli, titolare della Gioielleria Ottica Giovanni Foli di Fornaci di Barga (LU), nostra convenzionata, ci parla di un problema visivo legato all'età: la presbiopia.

Il nostro sistema visivo è strutturato in modo tale da permetterci di mettere a fuoco gli oggetti a qualsiasi distanza, in funzione delle esigenze del momento. Questa facoltà ci è data dal sistema accomodativo oculare attraverso un fenomeno chiamato, appunto, accomodazione.
In giovane età le nostre capacità accomodative sono elevatissime, poi tendono a calare lentamente. In genere, a partire dai 40 anni comincia a manifestarsi un fenomeno che nel linguaggio popolare viene definito “allontanamento della vista”, poiché iniziamo ad avvertire dei disagi nella messa a fuoco degli oggetti vicini e, in modo particolare, nella lettura.
Questa progressiva incapacità è chiamata presbiopia ed è da considerarsi un processo naturale, di per sé non riconducibile ad alcuna malattia. Sembra che sia influenzato anche dalla provenienza geografica della persona: nelle popolazioni dell’Africa subsahariana, ad esempio, tende a insorgere prima.

Cosa fare quando inizia a manifestarsi la presbiopia?

La soluzione alla presbiopia sono gli occhiali da vista oppure le lenti a contatto. In entrambi i casi è importante sceglierli dopo aver fatto un accurato controllo della vista, perché spesso fra i due occhi vi sono delle differenze, anche minime, che vanno considerate quando andiamo a utilizzare una correzione visiva. Inoltre, non è detto che due persone della stessa età abbiano un grado di presbiopia pressoché uguale; quindi, affidarsi a soluzioni “veloci” non è mai consigliabile.

Quali fattori influiscono sulla scelta delle lenti?

Le condizioni che possono determinare la scelta di una lente piuttosto che di un’altra sono determinate, oltre che dall’età, anche dalle abitudini comportamentali dell’individuo, dal lavoro che svolge e da come questo influisce sul suo comfort visivo. Ad esempio, una persona che trascorre tanto tempo in ufficio e usa molto il PC avrà bisogno di una soluzione visiva che tenga conto della distanza a cui si trova il monitor. Diversamente, un artigiano che svolge compiti di precisione dev’essere aiutato a distinguere anche dettagli piccoli e ravvicinatissimi. Un altro caso può essere quello dell’autotrasportatore, che sarà penalizzato nella lettura della strumentazione del cruscotto. 
Questi esempi ci aiutano a capire quanto sia importante individuare soluzioni personalizzate, adatte a ogni esigenza.


La pagina dell'Ottica Foli su MutuaBVLG.it: https://www.mutuabvlg.it/convenzionati/S/33995

Gli articoli della rubrica "Mutua BVLG Informa" hanno scopo esclusivamente informativo e non rappresentano in nessun caso diagnosi o prescrizioni di trattamenti medici. Non possono quindi sostituire la visita e la consulenza del medico.